Articoli in evidenza
Igiene urbana

Rifiuti, multe impugnate: Fratelli d’Italia fa istanza di accesso agli atti

Rifiuti, multe impugnate: Fratelli d'Italia fa istanza di accesso agli atti

Secondo Angelo Lantieri, responsabile politiche rifiuti e Paolo Cavallaro presidente del Circolo Aretusa di Fratelli d’Italia potrebbe configurarsi l’ipotesi di danno erariale

Le multe elevate a carico dei condomini per il non corretto conferimento dei rifiuti e di cittadini per abbandono dei rifiuti impugnate con sentenze di condanna a carico del Comune di Siracusa.

A dirlo sono Angelo Lantieri, responsabile politiche rifiuti e Paolo Cavallaro presidente del Circolo Aretusa di Fratelli d’Italia, che annunciano richiesta di accesso agli atti.

“Molti condomìni – scrivono – sono stati sanzionati dalla Polizia Municipale a seguito dell’Ordinanza n.1 del 8.1.2019, con innumerevoli multe dell’importo di 600,00 euro ciascuna, poi impugnate dinanzi all’Autorità Giudiziaria, instaurando procedimenti che hanno visto il Comune soccombente con condanna alle spese.

E’ stato ribadito – fanno sapere i due esponenti di Fratelli d’Italia – il principio della responsabilità personale dell’illecito, in base al quale occorre che sia identificato il trasgressore; norma violata dai provvedimenti impugnati in quanto gli accertatori non hanno spesso effettuato la contestazione in flagranza.

Temiamo – commentano Lantieri e Cavallaro – che questo atteggiamento vessatorio abbia determinato un grave danno alle casse erariali del Comune di Siracusa”.

Da qui l’istanza di accesso agli atti per conoscere il numero delle multe elevate, di quelle incassate e i relativi importi, di quelle impugnate e l’importo delle spese legali complessivamente sostenute.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento