Articoli in evidenza
CIRCOLO ARETUSA

Richiesta di incontro al commissario straordinario da parte di Fdi: sul tavolo corsie ciclabili, ex tribunale, Ztl e Tari

Richiesta di incontro al commissario straordinario da parte di Fdi: sul tavolo corsie ciclabili, ex tribunale, Ztl e Tari

Un incontro per esporre in modo dettagliato criticità e problematiche di Siracusa è stato chiesto dal presidente del circolo Aretusa

Un incontro per esporre in modo dettagliato criticità e problematiche di Siracusa è stato chiesto dal presidente del circolo Aretusa di Fdi, Paolo Cavallaro, al commissario straordinario per il consiglio comunale, Giuseppe Di Gaudio.

Nella richiesta Cavallaro elenca quelle che sono ritenute essere criticità sulle quali avere dei chiarimenti: vengono citate le corsie ciclabili “che – scrive il presidente del circolo Aretusa di Fdi – hanno determinato il restringimento di alcune carreggiate, con gravi limitazioni al passaggio dei mezzi di soccorso come ad esempio di viale Teracati e in viale Tica”; l’istituzione della zona scolastica di Piazza della Repubblica dove insiste la sede del vecchio tribunale che versa in pessimo stato di manutenzione da troppi anni:

“Non si comprende – si legge nella nota – perché il Comune non abbia provveduto con urgenza, principalmente per motivi sanitari vista la presenza della scuola Paolo Orsi, ad abbattere l’edificio con costi a carico della proprietà o quantomeno a murare tutte le finestre e gli accessi; l’area dell’edificio – aggiunge l’esponente di Fdi – potrebbe essere utilizzata per la costruzione di un parcheggio o di un’area a verde a disposizione dei bambini del quartiere e della scuola”; “la nuova Ztl di Ortigia – punta l’indice Cavallaro – decisa tardivamente e senza adeguata e preventiva comunicazione ai cittadini e nei canali turistici, sta causando enormi disagi alla popolazione”.

Così come non adeguatamente informati i cittadini sarebbero della revisione del piano di protezione civile. Viene poi sottoposto il problema della mancata pulizia delle caditoie dell’aumento della Tari.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *