Articoli in evidenza
sanità

Pronto Soccorso dell’Umberto I al collasso: la denuncia di Pd, Iv e Cna e Fi

Pronto Soccorso dell'Umberto I al collasso: la denuncia di Pd, Iv e Cna e Fi

Il segretario Adorno segnala anche ambulanze del 118 sarebbero ferme perché mancherebbero le sedie per sbarellare i pazienti

“Il Pronto Soccorso dell’ospedale Umberto I di Siracusa continua a trovarsi in uno stato di totale abbandono”.

A dirlo è Salvo Adorno, segretario provinciale del Partito Democratico di Siracusa: “Oltre 50 malati posizionati anche nei corridoi- aggiunge – alcuni dei quali  attaccati a bombole di ossigeno e  le ambulanze del 118 sarebbero ferme da questa mattina perché mancherebbero le sedie per sbarellare i pazienti”

La cronica mancanza di personale sommata a scelte strategiche insensate e alla chiusura o all’accorpamento di interi reparti – prosegue il segretario del Pd –  rendono complicata, esasperante e non sicura la fruizione dell’ospedale da parte dell’utenza e al contempo complicano inevitabilmente il lavoro di medici e infermieri.

“Una situazione totalmente fuori controllo che esaspera medici ed infermieri del Pronto soccorso, mortifica il diritto alla salute dei pazienti e – conclude Adorno – rischia di fare collassare l’intero sistema”.

Grande preoccupazione per la situazione attuale del Pronto soccorso viene espressa da Cna: “La carenza di spazi, di attrezzature e di materiali sta determinando una condizione di forte emergenza – dichiara la presidente Rosanna Magnano – chiediamo una risposta immediata che permetta una gestione ottimale del pronto soccorso”.

A queste si aggiunge la voce di Italia Viva, attraverso il coordinatore provinciale, Alessandra Furnari: “Così a chi vive nella nostra provincia – spiega – viene negato il diritto alla salute ed alla dignità nella malattia, così come agli operatori sanitari che qui operano viene negato il diritto di svolgere al meglio il proprio importantissimo compito.

Chiediamo – aggiunge – al sindaco di Siracusa, ed ai sindaci della provincia tutta, così come a tutti gli organi competenti, di intervenire urgentemente per porre rimedio a questa situazione intollerabile, impegnandoci a portare le carenze della nostra struttura sanitaria all’attenzione dei nostri rappresentanti regionali e nazionali”.

“Neanche agli animali si riservano ormai tali trattamenti – scrive la deputata regionale di Fi, Daniela Ternullo – una situazione intollerabile. È per tale motivo che da mesi denuncio l’assenza di un direttore amministrativo per quanto concerne l’Asp territoriale.

Ho nuovamente informato l’assessore regionale al ramo, il quale però sarà impegnato perché non ha risposto. Serve una governance stabile e competente, che pianifichi investimenti concreti e immediati, sia con il potenziamento del personale sanitario che degli spazi a loro destinati per svolgere al meglio le mansioni”.

 

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *