MENU
Articoli in evidenza
elezioni del 28 e 29 maggio

Procedimento elettorale, L&C propone alcuni accorgimenti per prevenire le irregolarità

amministrative

Una pec inviata agli uffici competenti di Regione, Comune e Corte Di Appello

Una pec con alcuni accorgimenti non confliggenti con l’attuale normativa sulle elezioni amministrative “allo scopo di prevenire irregolarità riscontrate in sede amministrativa ed a offrire maggiori garanzie a che il risultato certificato esprima la reale corrispondenza con la volontà espressa dal corpo elettorale”.

Ad darne notizia è il presidente di Lealtà e Condivisione, Carlo Gradenigo che ha inviato la comunicazione agli uffici competenti di Regione, Comune e Corte Di Appello.

All’ Assessorato regionale è stato chiesto di prendere in considerazione la opportunità di prevedere la possibilità che
l’addetto alla consegna del materiale occorrente per le votazioni, verifichi in presenza del presidente di seggio, la effettiva corrispondenza delle schedeconsegnate con il numero indicato al di fuori della scatola predisposta dalla Prefettura.

Al Presidente della Corte di appello di Catania viene sollecitato di inserire, all’interno del provvedimento di nomina dei Presidenti di seggio, l’obbligo, per loro, di partecipare all’attività di formazione eventualmente programmata per tempo dal Comune.

Al sindaco di Siracusa, infine, è stato chiesto di programmare per tempo idonei corsi di formazione/aggiornamento per i presidenti e per i segretari dei seggi, sui quali ricade l’onere di assicurare la regolarità delle operazioni elettorali.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE