MENU
Articoli in evidenza
Elezioni regionali

Mancano ancora i dati dello spoglio in 42 sezioni di Siracusa. Cavallaro (FdI): “Si intervenga normativamente”

Mancano ancora i dati dello spoglio in 42 sezioni di Siracusa. Cavallaro (FdI): "Si intervenga normativamente"

“E’ una vicenda assurda – commenta Cavallaro – che non può essere liquidata con la solita tolleranza”

A quasi 8 giorni dall’inizio dello spoglio elettorale per le elezioni regionali ancora non si conoscono i dati ufficiali di 48 sezioni in tutta la Sicilia, di cui 42 solo nella città di Siracusa.

A tornare sul caso, che ha dell’inverosimile, è Paolo Cavallaro, dirigente regionale di Fratelli d’Italia: “E’ una vicenda assurda che non può essere liquidata con la solita tolleranza e che non può passare senza che vengano presi provvedimenti seri, anche sotto il profilo normativo se del caso, perché ciò non abbia a ripetersi.
In particolare a Siracusa – prosegue – la democrazia mostra ancora le ferite delle scorse amministrative del 2018, essendo rimasto ignoto il numero di preferenze ottenuto dai candidati al consiglio comunale nella sezione 82.
Ma quello che francamente trovo ancora più assurdo è il decorso di 8 giorni per fare un’operazione di scrutinio che i Presidenti di seggio avrebbero dovuto fare nell’arco di alcune ore”.
Riguardo le contromisure da adottare per evitare che questa situazione si ripeta, Cavallaro ha le idee chiare: “E’ necessario intervenire normativamente perché le nomine dei Presidenti di seggio vengano effettuate in largo anticipo con il divieto assoluto di rinunciare.
Eventuali sostituzioni – conclude- dovrebbero essere fatte dalla stessa Corte d’Appello, o dai Comuni interessati alla sostituzione, individuandoli sempre all’interno dell’apposita lista tenuta dalla Corte d’appello che garantisce determinati requisiti di competenza”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE