Articoli in evidenza
PER LA PROSSIMA STAGIONE TURISTICA

La “rivoluzione” di Ortigia secondo Granata: “Ztl a piazzale Marconi, decoro, ordine e tutela del centro storico e dei residenti”

La "rivoluzione" di Ortigia secondo Granata: "Ztl a piazzale Marconi, decoro, ordine e tutela del centro storico e dei residenti"

Dopo la tolleranza esercitata per garantire la ripresa delle attività nel post covid

“Adesso maggiore attenzione alla tutela di Ortigia”: ad annunciarla è l’assessore alla Cultura del Comune di Siracusa, Fabio Granata.

“Dopo il covid – scrive – era inevitabile, e anche giusto, consentire la ripresa delle attività di bar, ristoranti e servizi al turismo con una certa dose di tolleranza. In prospettiva della prossima stagione turistica si dovrà elaborare fin da adesso una strategia diversa, applicando regole più precise e rigorose sugli spazi pubblici, sulle concessioni e sui servizi, allargando a tutta la zona umbertina la ztl e spostando il suo accesso a Piazza Marconi.

Sarà importante – aggiunge – decentrare la pressione antropica solo su determinate aree di Ortigia, puntando molto sul versante dell’ Antico Mercato e della passeggiata Talete(anche per la balneazione) e limitando solo a determinati orari mattutini la presenza dei furgoni della distribuzione alimentare in Piazza Duomo/Piazza Minerva”.

Granata annuncia cambiamenti anche per le attività di servizio al turismo gestite attraverso motoape e barche: “Dovranno essere regolamentate con maggior rigore, sistemandone i punti informativi tutti in un’unica area di Ortigia, eliminando l’attuale insostenibile anarchia”.

Riguardo poi la concessione di spazi pubblici, l’assessore ritiene obbligatorio garantire la pulizia e la dignità dello spazio avuto in concessione, spesso non rispettato.

“Bisogna rivedere tutte le tabelle, le insegne e le illuminazioni – prosegue Granata – secondo un criterio diverso di sobrietà e armonia, in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Culturali e alla Capitaneria di Porto”.
E sul fronte del decoro rispunta il divieto tassativo, fuori dalle zone direttamente preposte alla balneazione, di andare in giro o sedersi nei locali in costume o a torso nudo.

Granata, infine, non manca di sottolineare la necessità di un maggiore ed effettivo rigore nel rispetto degli orari e dei decibel delle emissioni sonore dai locali.

“Vanno infine maggiormente ascoltate le esigenze e le proposte dei residenti – conclude Granata – poiché Ortigia deve restare uno splendido quartiere vivo e popolato e l’amministrazione lavorerà per valorizzarlo e tutelarne la bellezza”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *