MENU
Articoli in evidenza
Ministero Infrstrutture

Documento strategico della mobilità ferroviaria: richiesto l’adeguamento della Siracusa-Catania

Documento strategico della mobilità ferroviaria: richiesto l’adeguamento della Siracusa-Catania

Parere favorevole espresso dalla Commissione Trasporti della Camera

Parere favorevole della Commissione Trasporti della Camera al documento del Ministero delle Infrastrutture sul Documento strategico della mobilità ferroviaria.

Lo rende noto il vicepresidente della commissione, il parlamentare siracusano Paolo Ficara (M5s), che ha verificato che vi fossero garanzie precise sugli investimenti per i prossimi anni, anche nell’Isola.

“Nelle osservazioni inserite nel parere – riferisce – abbiamo sottolineato la necessità di accelerare i lavori per il raddoppio della Catania-Palermo.

E’ un’opera divisa in due macrofasi, adesso interamente finanziata per 6 miliardi e recentemente completata, quanto a dotazione finanziaria, grazie all’anticipazione dei fondi FSC 2021.

E’ lecito attendersi che alcuni lavori possano quindi eseguirsi in contemporanea per le due macrofasi, accorciando così sensibilmente i tempi inizialmente previsti. E’ quel servizio migliore che attendiamo da decenni”.

Per quel che riguarda la mobilità ferroviaria in provincia di Siracusa, “è stato richiesto l’adeguamento della Siracusa-Catania, anche alla luce del previsto e finanziato collegamento ferroviario con il porto di Augusta.

La tratta deve essere ideale per il passaggio anche dei treni merci, con standard finalmente moderni, da rete europea Ten-t”, rivela ancora il parlamentare siracusano”.

“Previsione di un nuovo tracciato da Ragusa a Catania – aggiunge – con passaggio dall’aeroporto di Comiso per una perfetta intermodalità. Il tutto con la garanzia della dovuta tutela paesaggistica del costituendo parco degli Iblei”.

E poi ancora, “estendere lo studio dì fattibilità di una nuova linea Porto Empedocle-Castelvetrano fino a Licata, come richiesto dai territori”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE