Articoli in evidenza
la seduta

Consiglio comunale di Siracusa: via libera a odg su potenziamento sorveglianza negli impianti sportivi

consiglio

Torna in Conferenza dei Capigruppo la delibera sull’istituzione di una Commissione speciale sul “Nuovo ospedale di Siracusa”.

E’ tornato in aula questa mattina per la prima seduta del 2024 il consiglio comunale di Siracusa.

Ritorno in Conferenza dei Capigruppo della delibera che prevedeva l’istituzione di una Commissione speciale sul “Nuovo ospedale di Siracusa”.

La proposta di rinvio, per un approfondimento di natura tecnica, era stata avanzata dal consigliere Bonafede ed ha avuto 16 voti a favore e 13 contrari.

La istituenda Commissione avrà il compito di svolgere tutti gli approfondimenti necessari sull’iter amministrativo finora seguito per la costruzione del nuovo Ospedale.

Al dibattito d’aula hanno dato il loro contributo i consiglieri Zappalà, Milazzo, Paolo Romano, Aloschi, Messina, Cavallaro, Burti, e Scimonelli.

Il Consiglio ha poi discusso ed approvato un ordine del giorno, presentato da Ivan Scimonelli  su “Sicurezza e sorveglianza degli impianti sportivi comunali” che impegna l’Amministrazione a potenziare la presenza della Polizia municipale nei pressi degli impianti sportivi comunali, ricorrendo ove necessario al supporto di istituti di vigilanza come presidio e controllo e a chiedere la convocazione di un nuovo tavolo tecnico del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.

L’assessore allo Sport, Giuseppe Gibilisco, precedentemente aveva comunicato all’Aula l’intenzione dell’Amministrazione di intervenire con alcune azioni mirate, quali la presenza H24 alla Cittadella del servizio di guardiania e l’installazione di telecamere.

La Cittadella peraltro rientra, con tre postazioni, nel finanziato progetto di sorveglianza cittadina.

Gibilisco ha poi comunicato l’avvio dell’iter per l’attivazione del risarcimento dei danni vandalici subiti dalla struttura di via Lazio che sarà interessata da ulteriori lavori di completamento attraverso finanziamenti del Credito sportivo.

Ultimo punto l’interpellanza del consigliere Paolo Cavallaro sulle problematiche legate all’appalto dei rifiuti.

Esponendola in aula, Cavallaro si è soffermato tra l’altro sull’eventuale rispetto delle voci di capitolato e su inadempienze del gestore in merito ad alcune voci quali il regolare spazzamento e lavaggio delle strade con acqua ad alta pressione, il posizionamento dei cestini portarifiuti, le campagne di comunicazione; ed ancora sulle condizioni igieniche della città, sulla presenza di topi e di diverse discariche abusive anche nel centro abitato.

Cavallaro ha chiesto altresì informazioni sul raggiungimento della percentuale di differenziata, sulla chiusura del Ccr di Arenaura, sull’attività svolta dai diversi Dec ( i direttori dell’esecuzione del contratto ) e sulle eventuali segnalazioni fatte per ritardi, inadempienze, disfunzioni nel lavoro svolto dal gestore.

Chieste infine all’Amministrazione, in presenza di eventuali contestazioni al gestore, se intendeva avvalersi della facoltà di risoluzione del contratto.

Nella risposta scritta del dirigente Di Martino ed illustrata in aula dal vice sindaco Edy Bandiera, è stata comunicata la dettagliata mappatura delle aree in cui è suddiviso il territorio comunale, la relativa programmazione e le modalità di intervento, nonché l’avvio di un’attività di digitalizzazione del territorio per accedere alle informazioni e al controllo sul servizio.

Sulle discariche abusive è stata ricordata l’attività di repressione e l’incremento della presenza di telecamere fisse e mobili; confermata la presenza dei cestini peraltro incrementata e gli interventi di derattizzazione; sulla comunicazione è stato ribadito il rispetto del capitolato e la redazione di un nuovo piano informativo; il lavaggio con acqua ad alta pressione va avanti regolarmente come da programmazione ed approvazione del direttore dell’esecuzione che dall’1 settembre è diventato servizio affidata a società esterna all’Ente.

Per quanto concerne le percentuali di differenziata il mancato raggiungimento è imputabile a diversi fattori tra i quali l’errato utilizzo e posizionamento delle attrezzature , nonché la presenza di notevoli quantità di rifiuti “miscelati ed abbandonati” sul territorio che aumenta la quota di indifferenziata e abbatte quella differenziabile.

Su Arenaura l’Amministrazione sta avanzando richiesta di dissequestro, mentre sono stati intensificati i Ccr mobile, e con fondi del Pnrr sono stati finanziati ulteriori 3 Ccr, 9 isole ecologiche e l’ammodernamento del Ccr di Targia.

Infine è stato ribadito che se le segnalazioni del Dec al responsabile del procedimento possono portare a decurtazioni per criticità e disservizi riscontrati e non risolti, ad oggi non esistono tuttavia criticità tali da configurare i presupposti per una risoluzione del contratto.

Nella sua replica il consigliere Cavallaro si è dichiarato non soddisfatto della risposta, e ha depositato una mozione di censura nei confronti del sindaco, sottoscritta da Paolo Romano. La mozione sarà discussa nel prossimo Consiglio comunale.

In apertura dei lavori il consigliere Scimonelli, che aveva provveduto a deporre un mazzo di fiori sul banco occupato da Paolo Reale, ha chiesto un minuto di raccoglimento per onorarne la memoria. Ricordato anche il medico Angelo Giudice.

Durante l’attività ispettiva interventi dei consiglieri Milazzo e Paolo Romano e del vice sindaco Edy Bandiera sul futuro del porto di Siracusa; di Paolo Romano sul mancato controllo dell’esecuzione a regola d’arte dei lavori pubblici di ripristino delle strade comunali; e di Ferdinando Messina su problematiche legati agli stalli per disabili su via Tisia.

 

 

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE