Articoli in evidenza
il caso

Anziana caduta dal letto al Pronto soccorso, il direttore: “Nessun errore diagnostico né gestionale”. Aperta un’indagine interna

anziana

De Grande replica punto per punto ai rilievi mossa dai familiari della 78enne che ieri è stata trasferita in Ortopedia

“Pur comprendendo il disappunto del familiare sui tempi di permanenza in area di emergenza e sull’evento accidentale della frattura del femore, non si ravvisano nella gestione della paziente né errori diagnostici né gestionali”.

Così il direttore del Pronto soccorso dell’Umberto I, Aulo Di Grande che tiene a sottolineare come “tutto il personale del Pronto Soccorso si adopera instancabilmente nell’interesse dei pazienti nonostante le difficoltà”.

Il direttore medico di presidio Paolo Bordonaro, intanto, ha avviato una indagine interna per verificare quanto segnalato mentre non risulta alcuna richiesta di intervento da parte dei familiari all’Ufficio Relazioni con il Pubblico.

Il direttore Di Grande puntualizza che “la paziente è stata trasferita in meno di 12 ore dall’arrivo in PS, dopo i primi accertamenti, in Holding area per la prosecuzione dell’iter diagnostico.

L’holding Area – spiega Di Grande – è una articolazione funzionale del Pronto soccorso ideata e realizzata al fine di assistere i pazienti in attesa del ricovero in reparto, assicurando loro quanto necessario, dotata di personale medico dedicato dalle 8 alle 20 così come di personale infermieristico e ausiliario sempre presente.

La paziente – aggiunge – ha proseguito la terapia medica prescritta fino al ricovero in reparto ed è stata assistita al
pari degli altri pazienti e in merito alla diagnosi, è stata sottoposta a tutti gli accertamenti non ravvisando alcun errore diagnostico.

In riferimento alla caduta accidentale esitata nella frattura del femore – precisa – è stata seguita pedissequamente la procedura aziendale con utilizzo delle sponde sin dall’accettazione in triage ove è stato opportunamente segnalato
il “rischio caduta”.

Purtroppo qualunque procedura finalizzata a ridurre il rischio di cadute non le azzera, come documentato dai dati presenti in letteratura”.

“Chiamati dal Pronto soccorso la mattina del 25 gennaio – interviene il direttore del reparto di Ortopedia Salvatore Caruso – ad accertamenti effettuati la paziente a meno di 24 ore è stata ricoverata in Ortopedia.

Il tipo di frattura – prosegue – non rientra nel progetto femore ma nonostante questo, vista la situazione clinica generale della paziente, prima di operarla si stanno eseguendo tutti gli accertamenti del caso”.

Riguardo poi l’appunto relativo alla impossibilità per i familiari di assistere i pazienti anziani durante la permanenza in Holding area il direttore del Pronto soccorso De Grande dichiara : “La maggioranza dei pazienti – spiega – è anziana e la presenza dei familiari congestionerebbe a dismisura i locali, senza tenere conto del rischio legato alla
diffusione del covid-19”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE