Articoli in evidenza
l'intervento

Zona industriale, Fiom Cgil: “Il futuro passa anche attraverso la costruzione di un polo metalmeccanico moderno”

contrattazione

Per traghettare il territorio verso un nuovo modello industriale in linea con il processo di transizione energetica

“Il futuro passa anche attraverso la costruzione di un polo metalmeccanico moderno, avanzato e indipendente dal polo petrolchimico, proiettato in una giusta visione di industria green e di economia circolare”.

A dirlo, ancora una volta, è il segretario provinciale della Fiom Cgil, Antonio Recano che auspica la nascita nel territorio del Siracusano di un distretto metalmeccanico.

“Qui – spiega – potrebbe avere a disposizione officine attrezzate, imprese e maestranze specializzate, fondali marini adeguati e infrastrutture moderne.

Le aree di Punta Cugno e Marina di Melilli mostrano condizioni e caratteristiche difficilmente riscontrabili altrove, che se valorizzate – aggiunge – potrebbero intercettare gli investimenti previsti dal Pnrr e traghettare il nostro territorio verso un nuovo modello industriale in linea con il processo di transizione energetica.

Ma la vera sfida, per Siracusa – inciste – è sviluppare un progetto per costruire un innovativo polo energetico
affermando una diversa, e competitiva visione industriale.

In quest’ottica, partendo dalla visione metalmeccanica – conclude Recano -la Fiom vorrebbe contribuire alla pianificazione complessiva di una piattaforma siracusana e più in generale siciliana per la legalità, lo sviluppo e il lavoro”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE