Articoli in evidenza
25 novembre

Violenza sulle donne, riflessioni e richieste di azioni mirate

Violenza sulle donne, riflessioni e richieste di azioni mirate

Interventi della politica e del sindacato

La giornata internazionale contro la violenza sulle donne sollecita una serie di interventi.

Il primo è quello delle donne del Pd di Siracusa: “Riteniamo – scrivono in una nota – che sia necessario dare la massima diffusione al numero di emergenza 1522, gratuito e attivo 24 h su 24, per le donne che hanno bisogno di aiuto. Le donne e gli uomini del Pd della Provincia Siracusa si impegnano ad attivare una campagna di sensibilizzazione pubblica che veda l’apporto di tutti i cittadini”.

In particolare suggeriscono di promuovere il numero 1522 sugli scontrini fiscali degli esercizi commerciali, sui ticket per il parcheggio, sui servizi di mobilità urbana.

“Oggi – aggiunge Luisella Lionti, segretaria organizzativa della Uil Sicilia con delega all’Area Vasta Palermo-Siracusa-Ragusa-Gela – nel nome di Ada Rotini, la donna di Noto assassinata dal marito a Bronte l’8 settembre, e delle altre vittime di femminicidio, vogliamo denunciare anche nel Sud-Est dell’Isola gravissimi ritardi nella creazione di un’efficace rete di strutture per la tutela delle donne maltrattate e di centri per la cura degli uomini maltrattanti, tasselli fondamentali nell’attuazione del Codice Rosso”.

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne l’assessorato alla cultura del Comune di Siracusa ha patrocinato due iniziative all’interno del Teatro Comunale: “Da oggi – rende noto l’assessore Granata -sarà diffuso in rete un bellissimo video, girato in parte all’interno del Teatro Comunale con un brano dedicato alle donne di Barbara e Chiara Catera e Angela Nobile. Invece domenica, con la regia di Simona Gatto, si esibiranno gli allievi del Centro Musical Siracusano e Asd Tersicore con una serie di performances teatrali”.

 

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *