Articoli in evidenza
campionamenti

Ulteriori controlli sulla qualità delle acque di Marina di Priolo

Ulteriori controlli sulla qualità delle acque di Marina di Priolo

Sono stati disposti dal sindaco Gianni dopo la vicenda che ha portato al sequestro del depuratore di Ias

Ulteriori controlli sulla qualità delle acque di Marina di Priolo disposti dal sindaco, Pippo Gianni.

“Nonostante abbiamo i dati delle analisi di campionamento del Ministero della Salute – fa sapere il dirigente del settore Ambiente, Cristina Quattropani – che sostengono che i parametri delle acque di Marina di Priolo sono rientranti nella normativa e dunque balneabili, vista la contingenza dettata dalla vicenda Ias, il sindaco e tutta l’amministrazione intendono garantire la salvaguardia e la salute dei cittadini. Stiamo pertanto affidando nuove analisi ad un laboratorio”.

“Precisiamo – dice il comandante della Polizia Locale, Giovanni Mignosa – che questa amministrazione ha rilevato e pubblicato dati validati dall’Asp di Siracusa, che accertavano la qualità delle acque di balneazione.

Per quanto riguarda il controllo della qualità dell’aria è stato richiesto all’Arpa di installare degli analizzatori d’aria, che sono già stati posizionati in più punti di Priolo, per monitorare gli inquinanti rilasciati dagli insediamenti industriali.

Peraltro – conclude Mignosa – lo scarico delle acque del depuratore consortile Ias, trattate e depurate, non sfociano nel bacino di Marina di Priolo, bensì sul lato nord. Le correnti oltre 300 metri da Penisola Magnisi portano le acque depurate a largo”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE