MENU
Articoli in evidenza
dal ministero

Turismo, 75 milioni per i siti Unesco: fondi per Siracusa, Noto e Ferla

Turismo, 75 milioni per i siti Unesco: fondi per Siracusa, Noto e Ferla

La scorsa settimana è stato pubblicato l’avviso

Ci sono anche Siracusa, Noto e Ferla tra i Comuni siciliani che possono beneficiare del fondo da 75 milioni di euro istituito dal Ministero del Turismo – insieme al Ministero dell’Economia e delle Finanze – per i “Comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica, nei cui territori sono ubicati siti riconosciuti dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità.

Ad annunciarlo è il parlamentare nazionale del Movimento 5 Stelle, Filippo Scerra dopo la pubblicazione dell’avviso ministeriale.

“I fondi – spiega il parlamentare – possono essere investiti per: infrastrutture dedicate all’accoglienza turistica (infopoint, centro visita, ecc.); sentieri o ciclabili, spazi e luoghi che danno visibilità alle risorse del territorio, ma anche per la realizzazione di un’attività di riqualificazione di un bene o iniziative promozionali di marketing per la diffusione della conoscenza del sito”.

Per Siracusa sono assegnabili 340.789,97 euro, per Ferla 2.587,65 euro mentre per Noto 98.685,79 euro.

“Nel bando del Ministero del Turismo – dice ancora Scerra – viene stilata anche un’ipotesi di importi per ciascun sito Unesco. Per i due della provincia aretusea, vale a dire Siracusa e la Necropoli di Pantalica e le città tardo barocche della Val di Noto (che comprende Noto, Caltagirone, Catania, Modica, Ragusa e Scicli) sono previsti rispettivamente 626.069,93 euro e 1.157.457,70 euro”.

I Comuni interessati a presentare domanda di finanziamento, anche in aggregazione con altri, entro il 25 marzo 2022 devono comunicare al ministero del Turismo un indirizzo di posta elettronica certificata che sarà utilizzato per il completamento della procedura di accreditamento alla piattaforma informatica gestita da Invitalia.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE