Articoli in evidenza
polizia

Tenta una truffa ma finisce in manette

Tenta una truffa ma finisce in manette

La determinazione della vittima ha sventato il “colpo” del giovane malfattore

Tentata truffa nel pomeriggio di ieri, in via Costanza Bruno. La vicenda prende il via quando un giovane, attraversando la strada, ha urtato volontariamente un’auto incolonnata nel traffico creando così i presupposti per asserire di essere stato investito e per chiedere un risarcimento immediato.

L’automobilista, però, subodorando la truffa, ha respinto la richiesta e quando il giovane ha minacciato di recarsi in ospedale con tutte le conseguenze che questo avrebbe comportato, il conducente del mezzo col cellulare ha chiamato il 113. 

Pur di non andar via a mani vuote, il malvivente con una mossa fulminea si è introdotto nell’abitacolo afferrando uno zaino e fuggendo per viale Teracati, inseguito però dall’automobilista. A qeul punto il giovane si è disfatto dello zaino, svoltando per via Olivieri. Lì però, si è trovato davanto una pattuglia della polizia che lo ha bloccato e condotto in questura dove, per uno scatto d’ira, ha danneggiato la porta dell’ufficio in cui si trovava per le procedure d’arresto. A suo carico è scattata anche la denuncia per danneggiamento.

Il giovane, 33 anni, già sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari per furto aggravato, tentata truffa e danneggiamento ai beni dello Stato.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento