MENU
Articoli in evidenza
squadra mobile

Spari a salve alla Giudecca: 2 fratelli gli autori dell’intimidazione

Spari a salve alla Giudecca: 2 fratelli gli autori dell'intimidazione

I due, che dovranno rispondere di minacce aggravate dall’uso delle armi, avrebbero agito per dissapori personali

Si chiarisce il giallo dei colpi d’arma da fuoco a salve sparati intorno alle 19 del 13 settembre alla Giudecca.

La vittima, oggetto degli spari, inseguito da due uomini pistole in pugno arrivati su un’auto, è un 49enne che si era rifugiato dentro la chiesa di San Filippo Apostolo.

Le indagini immediatamente avviate e supportate dalla visione delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza della zona, hanno permesso di identificare in breve tempo gli autori del gesto intimidatorio.

Si tratta di due fratelli, di 41 e 38 anni, uno dei quali già noto alle forze di polizia, che, come anticipato ieri, sono stati denunciati per minacce aggravate dall’uso delle armi.

I due, che avrebbero compiuto il gesto intimidatorio per dissapori personali, subito dopo l’aggressione, si sarebbero disfatti delle pistole a salve.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE