MENU
Articoli in evidenza
carabinieri

Sparatoria in un pub: 46enne fermato per tentato omicidio

stupro

Una lite è degenerata: coinvolti un cliente e il marito delle proprietaria del locale

Ricostruita dai Carabinieri la dinamica della sparatoria avenuta la sera del 25 marzo scorso in un pub di Francofonte.

Un 46enne è stato arrestato dai Carabinieri per tentato omicidio e dopo la convalida del provvedimento di fermo di indiziato delitto, l’uomo è stato traferito in carcere.

Era da poco passata la mezzanotte del 25 marzo, quando, all’interno di un pub di via dei Combattenti, a quell’ora pieno di ragazzi, un 46enne del luogo, noto alle forze dell’ordine, presumibilmente in preda all’alcol, vede il marito della proprietaria del locale seduto su un divano e lo apostrofa “straniero”.

Quest’ultimo, 49 anni, originario di Vizzini ma residente a Francofonte da diverso tempo, non gradisce l’appellativo.

Ne nasce una lite, che degenera quando il 46enne torna armato di una pistola cal. 6,35, e gli spara un colpo di pistola che lo sfiora, andandosi a conficcare in un muro.

Il 49enne di Vizzini lo rincorre armato di bastone fino a piazza Dante dove il 46enne spara altri due colpi senza colpire il contendente.

Mentre veniva allontanato da persone presenti, esplode un ultimo colpo di pistola che ferisce la vittima alla gamba destra costringendolo a ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Lentini.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Augusta, cinturano la zona, e raccolgono elementi per la ricostruzione dell’accaduto, compresi i filmati delle telecamere dei sistemi di videosorveglianza della zona.

Sono proprio queste riprese ad incastrare il 46enne.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE