Articoli in evidenza
L'inaugurazione

Riconsegnato alla città di Noto il il Monumento ai Caduti di piazza Landolina

Riconsegnato alla città di Noto il il Monumento ai Caduti di piazza Landolina

Nei mesi scorsi è stato sottoposto ad un intervento di restauro conservativo

Inaugurato il Monumento ai Caduti di piazza Landolina dopo il restauro conservativo a cui è stato sottoposto negli scorsi mesi. Un lavoro coordinato dall’architetto Raffaele Di Dio, che ha visto impegnate maestranze locali e che ha permesso di ridare dignità ad uno dei monumenti più importanti della città barocca.

Contestualmente si è provveduto, su una proposta del consigliere comunale Paola Terranova condivisa dall’amministrazione Bonfanti, ad inserire tra i nomi dei caduti per la patria, nella seconda guerra mondiale, anche quello del caporale maggiore Sebastiano Mangiafico, “portaordini” colpito a morte il 10 luglio del 1943, dopo aver portato a termine il compito di ristabilire il collegamento con il Comando Battaglione, Km3 rotabile Siracusa-Canicattini, insignito anche della medaglia d’argento al Valor militare.

Il restauro si è arricchito dalla collocazione del fregio bronzeo sul basamento marmoreo trafugato di recente e  realizzato in copia dall’artista netino, Vincenzo Arancio, in attesa che si possa recuperare l’originale.

“Dignità e decoro al monumento che riporta i nomi dei caduti nella grande guerra – commenta il sindaco Corrado Bonfanti – rendendo onore e memoria al nostro concittadino Mangiafico con l’ impiego di artisti locali”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *