Articoli in evidenza
il dibattito

Querelle su ospedali, Di Mauro (Mpa): “Basta a questa mobilità che mortifica tutti”

bilancio

Ha chiesto l deputato regionale Peppe Carta di presentare un’interrogazione all’Ars

“Questa querelle sugli ospedali di Avola e Siracusa mi lascia perplesso”: a dirlo è il presidente del consiglio comunale di Siracusa, ed esponente dell’Mpa, Alessandro Di Mauro.

“Siamo sempre stati abituati, nel tempo – scrive in una nota – a pensare che l’ospedale Umberto I sia un punto di riferimento per la sanità provinciale e il Dea di II livello voluto per il nuovo nosocomio di Siracusa ne é la conferma.

Giusto che la zona sud – spiega – debba avere punto di riferimento sanitario ma oggi notiamo che, chiuso un reparto, invece di aspettare qualche giorno per  il reintegro del personale, ci si inventa una mobilità stile “spoglia a Cristo e vesti a Maria” e non si migliora una pianta organica mortificando professionisti e ospedali.

E oggi vengo a sapere che l’Utin di Siracusa è stato chiuso –  attacca ancora Di Mauro – lì dove sono nati e sono stati salvati i miei due gemelli, con le mamme in gravidanza a termine e magari in emergenza che vengono dirottate in altre strutture.

Non è possibile, bisogna intervenire su università, assunzioni, pianta organica – insiste -non è possibile penalizzare l’ospedale aretuseo dopo averlo fatto con Noto e chiedo al deputato regionale Peppe Carta di presentare un’interrogazione all’Ars, perché – conclude – è inconcepibile chiudere reparti d’eccellenza come Utin o cardiologia.

Con i presidenti del Consiglio di Noto e Lentini siamo d’accordo nel dire no a questo sciacallaggio. Tutto, per non aspettare qualche giorno”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE