Articoli in evidenza
CONTINUITÀ DIDATTICA

Quattro insegnanti di sostegno diversi in 4 anni per Gabriele “ragazzo speciale”. Mamma Daniela: “Necessarie leggi che tutelino i nostri ragazzi”

Quattro insegnanti di sostegno diversi in 4 anni per Gabriele "ragazzo speciale". Mamma Daniela: "Necessarie leggi che tutelino i nostri ragazzi"

Il processo adottato ad oggi dal Miur non garantisce agli studenti autistici lo stesso docente per più di un anno scolastico

La continuità didattica per i ragazzi autistici continua ad essere un miraggio, almeno per il momento. Gli insegnanti di sostegno cambiano ogni anno.

A tornare sulla problematica, che sta a cuore a diverse famiglie, sono i genitori di Gabriele, 17enne “ragazzo speciale” di Siracusa, che tra qualche giorno inizierà il quarto anno del Liceo classico Gargallo sezione Coreutica e che anche quest’anno, dovrà cambiare ancora insegnante di sostegno. Quattro docenti in 4 anni.

E se questo è destabilizzante per qualsiasi studente, a maggior ragione può destabilizzare i ragazzi autistici che hanno bisogno di punti di riferimento costanti per continuare ad incrementare i progressi formativi.

A maggio scorso mamma Daniela ha pure lanciato una petizione sulla piattaforma online change.org, indirizzata al ministro Bianchi, al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e al presidente del consiglio, Mario Draghi, chiedendo interventi per assicurare a Gabriele e a tutti gli altri “ragazzi speciali” la tanto agognata continuità didattica. E invece nulla, neanche per quest’anno: qualche giorno fa è arrivata, infatti, la notizia dell’assegnazione di una nuova insegnante per Gabriele.

“Credo – cerca di darsi una spiegazione mamma Daniela – che sia dovuto a calcoli del Miur in base a graduatorie che servono ad assegnare le destinazioni, ma – insiste – bisogna cambiare questo processo con leggi che tutelino i nostri ragazzi. Bisogna cambiare visione e non attenersi solo a processi numerici. Anche perché – fa notare ancora mamma Daniela – se prima almeno alle elementari e alle medie la continuità didattica era assicurata, adesso anche qui si assiste ad un cambio continuo di insegnanti di sostegno”.

Tornando a Gabriele, mamma Daniela auspica che l’insegnante che arriverà, abbia la formazione utile al percorso di conoscenza intrapreso dal figlio, che può comunque contare su altri punti di forza, le compagne di classe e gli altri insegnanti. Il rapporto con le compagne in particolare è scandito da un grande affetto e attenzione delle ragazze verso Gabriele, tanto che nel giorno del suo compleanno gli hanno regalato un album con le foto più belle che raccontano tutto il percorso scolastico del ragazzo, accompagnandolo con frasi dedicate ad alcuni momenti particolari.

Gabriele, intanto, continua a coltivare la sua grande passione per lo sport, atletica e nuoto in primis, che lo accompagna da sempre, con la famiglia pronta ad assecondare qualsiasi altro interesse arriverà in futuro utile a raggiungere i suoi obiettivi di crescita.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *