MENU
Articoli in evidenza
Il documento

Parco degli Iblei: 53 tra associazioni ambientaliste, sindacati e operatori: “Istituzione subito”

Parco degli Iblei: 53 tra associazioni ambientaliste, sindacati e operatori: "Istituzione subito"

Smentite notizie su vincoli che e sui conseguenti danni che ne deriverebbero alle attività economiche, principalmente alle attività agricole

Si chiuda rapidamente l’iter di istituzione del Parco nazionale degli Iblei.

A chiederlo, in un documento sono 53 fra associazioni ambientaliste a carattere nazionale, regionale e locale, sindacati e decine di operatori culturali e economici che quotidianamente lavorano sul “Parco di fatto” .

Il documento è stato inviato ai commissari dei Liberi Consorzi di Siracusa,, Catania e Ragusa, all’assesssorato regionale Territorio e Ambiente e al  Ministero della Trannsizione ecologica.

Al Ministero viene inoltre chiesto di acquisire rapidamente il parere sul decreto istitutivo del Governo della Regione Siciliana prima delle prossime elezioni regionali.

Nel documento vengno  smentite le notizie sui vincoli del Parco degli Iblei e sui conseguenti danni che ne deriverebbero alle attività economiche, principalmente alle attività agricole.

Da un semplice confronto tra l’esistente tutela paesaggistica e la disciplina del futuro parco risulta, infatti, che il sistema agricolo con il parco non ha maggiori vincoli di quanti già non ne abbia con i piani paesaggistici.

Ritenuti immotivati i rilievi sollevati sulla futura governance del parco che discende non da scelte discrezionali del Ministero né può essere influenzata da una ulteriore attività di concertazione con gli enti locali, ma è disciplinata dalla legge nazionale.

“Dopo gli anni dello sviluppo caotico e privo di identità, basato sullo sfruttamento delle risorse ambientali – si legge nel documento – è ora di voltare pagina e puntare con decisione verso un modello economico e sociale che sappia ricucire il territorio alla propria storia.

Chi oggi si oppone al parco degli Iblei, eccependo la mancanza di concertazione – prosegue –  ha perso l’occasione di avanzare osservazioni e modifiche alla proposta di parco nelle diverse occasioni in cui gli incontri di concertazione si sono svolti

L’iter di istituzione del Parco degli Iblei – concludono le 53  associazioni – si protrae ininterrottamente da 15 anni e le richieste di ulteriore rinvio e di riapertura dei termini per l’istruttoria avanzate da alcuni deputati regionali e da alcuni sindaci devono essere completamente disattese”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE