Articoli in evidenza
in appello

Omicidio Lopiano ad Avola, confermata la condanna a 30 anni

Omicidio Lopiano ad Avola, confermata la condanna a 30 anni

Il difensore dell’imputato preannuncia ricorso in Cassazione

I giudici della Corte di Appello di Catania hanno confermato la condanna a 30 anni di carcere per omicidio a carico di Giuseppe Lanteri per l’omicidio di Loredana Lopiano, infermiera in servizio all’ospedale Di Maria di Avola.
Già in primo grado Lanteri è stato condannato a 30 anni di reclusione ( rito abbreviato).

Dall’avvocato Antonino Campisi, difensore di Lanteri, era arrivata la richiesta di effettuare una super perizia, poi negata dai giudici: “La Corte – dichiara Campisi a Siracusa Post- è andata in contraddizione perché ha motivato questo diniego, dicendo che ormai era troppo tardi e invece l’incidente probatorio che io chiesi immediatamente poco dopo l’omicidio, fu effettuato a fine dicembre, dopo ben tre mesi quando il ragazzo aveva già ricevuto le cure del caso. A mio giudizio è stato violato il diritto di difesa e i diritti del cittadino”.

In occasione dell’arringa difensiva l’avvocato Campisi nella precedente udienza, aveva portato avanti la tesi dei problemi psichici del suo assistito che necessita di un programma di assistenza specifico, anche farmacologico. Da qui la sua richiesta di assoluzione per incapacità di intendere e volere al momento dei fatti, in subordine la riduzione della pena inflitta in primo grado per seminfermità mentale e in ulteriore subordine il riconoscimento delle attenuanti generiche non concesse in occasione del giudizio di primo grado.

E invece niente di tutto questo. Anche in Appello è stata confermata la condanna a 30 anni e Campisi preannuncia già il ricorso in Cassazione in attesa di conoscere le motivazioni della sentenza che saranno depositate fra 90 giorni.

L’omicidio, lo ricordiamo, risale alla mattina del 27 settembre del 2018: Lanteri, 19enne all’epoca dei fatti, suona alla porta di casa della ex fidanzata, ad aprire è Loredana Lopiano che, dopo poche parole, viene colpita da 5 fendenti. La morte sopraggiunge quasi subito. Lanteri scappa; scattano le ricerche e il giovane viene ritrovato ore dopo sul lungomare di Avola.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *