Articoli in evidenza
asp

La Giornata mondiale del prematuro celebrata oggi a Siracusa

La Giornata mondiale del prematuro celebrata oggi a Siracusa

La cerimonia si è tenuta nell’androne dell’ospedale Umberto I

Celebrata oggi a Siracusa la Giornata mondiale del Prematuro. L’iniziativa si è tenuta nell’androne dell’ospedale Umberto I.

“I neonati prematuri sono piccoli e fragili – ha detto aprendo l’incontro il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra – sono bambini che cominciano la loro vita in salita perché hanno bisogno di maggiori cure”

Presenti il direttore medico di presidio dell’ospedale Paolo Bordonaro, il direttore del reparto di Neonatologia Massimo Tirantello, il direttore del Dipartimento Materno Infantile Antonino Bucolo e la presidente dell’associazione Pi.Gi.Tin Anna Messina che ha consegnato al reparto i corredini in lana merinos donati ai piccoli ricoverati e preparati dalle volontarie del gruppo maglia.

Per tutta la settimana sono rimasti illuminati di viola, colore del prematuro, la facciata dell’ospedale Umberto I e il balcone del reparto di Neonatologia al secondo piano, prospiciente via Testaferrata, la Fontana di Diana in Piazza Archimede e diversi altri monumenti nei vari Comuni della provincia

“Nonostante il covid – ha detto il direttore del reparto di Neonatologia Massimo Tirantello – abbiamo consentito l’accesso aprendo ai genitori H24, limitando talvolta l’ingresso ad un solo genitore per volta (ad eccezione dei gemelli), che hanno continuato a praticare il contatto “pelle a pelle” e che sostengono l’allattamento materno”.

La presidente dell’Associazione  Pi.Gi.Tin  Anna Messina ha sottolineato l’importanza fondamentale della vicinanza delle mamme ai loro piccoli durante la permanenza in ospedale e l’impegno e il ruolo delle volontarie: “Durante questo periodo di covid – ha aggiunto –  con il divieto di accesso al reparto, siamo stati comunque presenti e accanto ai genitori anche grazie ai collegamenti telematici.

Anche a Siracusa stiamo portando avanti la campagna europea “Zero separation” promossa da Efcni (European Fondation for the care of new born infants) a sostegno della vicinanza dei genitori al neonato, parte integrante della cura”.

Nel corso della cerimonia il maestro Gaetano Golino ha consegnato una scultura in bassorilievo realizzata assieme a quattro alunni nati prematuri dell’Istituto Superiore Statale di Palazzolo Acreide . Un’altra opera artistica è stata consegnata da studenti dell’Istituto Tecnico Rizza di Siracusa.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *