Articoli in evidenza
l'intervento

Incontro tra il sindaco Italia e gli alleati, Baio “Invece di affrontare i problemi, il primo cittadino propone la sua ricandidatura”

Incontro tra il sindaco Italia e gli alleati, Baio "Invece di affrontare i problemi, il primo cittadino propone la sua ricandidatura"

“Amministrazione fragile – dichiara Baio – dopo che Italia Viva e il Pd l’hanno abbandonata al suo destino”

Incontro di maggioranza giovedì scorso tra il sindaco Italia e gli alleati sul quale registriamo l’intervento critico dell’esponente del Pd, Salvo Baio:

“Nell’incontro di giovedì scorso tra il sindaco Italia e le forze politiche che sostengono la giunta è emersa con chiarezza la condizione di fragilità in cui si è venuta a trovare l’Amministrazione, dopo che Italia Viva e il Pd l’hanno abbandonata al suo destino. Al sindaco sono rimasti due alleati fedeli (“Oltre” e “Amo Siracusa”) e un alleato leale (“Lealtà e Condivisione”) che però, non essendo uso ad obbedir tacendo, si pone, e pone, problemi concreti, le cose da fare, ma anche di prospettiva e di quadro politico, cioè di alleanze.

Italia nel corso della riunione ha comunicato che intende ricandidarsi a sindaco alle Amministrative del 2023 (forse era questo il vero motivo della riunione) e ha chiesto alle forze politiche presenti la disponibilità a sostenerlo, ricevendo un sì da “Oltre” e “Amo Siracusa” e una pausa di riflessione, per i motivi anzidetti, da “Lealtà e Condivisione”.

Mi sia permessa una notazione di stile: se non mi sbaglio quella di giovedì è stata l’unica riunione di maggioranza dalla nascita della Giunta Italia: quale migliore occasione per fare finalmente una panoramica dei problemi da risolvere, indicando scadenze e modalità di intervento? Invece se ne riparlerà a partire da settembre, sempre con incontri lampo.

L’unica cosa che la Giunta sa fare è sventolare bandierine di presunti risultati raggiunti, mentre alla Borgata in piena estate viene a mancare l’acqua perché l’Amministrazione si è “dimenticata” di prevedere l’intervento di rifacimento della rete idrica in via Trapani.

Da più parti mi vengono segnalati problemi di distribuzione di spazi alla Cittadella dello Sport. Vuoi vedere che dopo tanti proclami di risoluzione del contratto per inadempimento è tutto fermo e a gestire gli impianti è sempre il C.C.Ortigia? Che cosa vuole fare il sindaco sulla Cittadella? Ha un’idea di chi e con quali modalità dovrà gestire gli impianti al posto dell’attuale gestore?

L’ex assessore Piccione ha sollevato alcune obiezioni sull’annunciato aumento della Tari e sulla conduzione della raccolta rifiuti, obiezioni che vanno approfondite, a dispetto del trionfalismo dell’assessore competente e dei dati farlocchi da lui forniti.

Il Pd, ora che ha chiarito l’equivoco del suo rapporto con la Giunta Italia, deve andare all’attacco, approfondendo questioni delicate come quella del personale, dei progetti esecutivi collegati ai finanziamenti ricevuti, eccetera. Non un’opposizione frontale, ma un’opposizione di stimolo a risolvere i problemi e di denuncia pubblica in caso di gravi ritardi e omissioni.

P.S. A titolo strettamente personale, voglio esprimere apprezzamento per la presa di posizione del centrodestra ritenendola animata dallo stesso proposito, che anima il Pd, di contribuire, ognuno col proprio campo di forze, alla rinascita di Siracusa”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *