Articoli in evidenza
la celebrazione

I Carabinieri celebrano la Virgo Fidelis, patrona dell’Arma

I Carabinieri celebrano la Virgo Fidelis, patrona dell'Arma

L’evento, quest’anno, è stato commemorato in forma interna, per la perdurante emergenza sanitaria, alla presenza di una rappresentanza di militari e dell’ Associazione Nazionale Carabinieri

Questa mattina nella chiesa del Sacro Cuore di Siracusa, è stata celebrata, dal parroco Don Gaetano Silluzio, la Santa Messa in occasione della “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri.

L’evento quest’anno, è stato commemorato in forma esclusivamente interna, per la perdurante emergenza sanitaria, alla presenza di una rappresentanza di militari in servizio nel capoluogo e dell’ Associazione Nazionale Carabinieri.

Fu Papa Pio XII che il 8 dicembre 1949, festa di Maria Immacolata, proclamò la Beata Vergine Maria “Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri”, fissando la sua ricorrenza nel 21 novembre, in concomitanza con l’anniversario della Battaglia di Culqualber, combattuta dal 1° Battaglione Carabinieri mobilitato nel 1941, in Africa Orientale, per la difesa dell’omonimo caposaldo.

Questo valse alla Bandiera dell’Arma dei Carabinieri il conferimento della sua seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Il 21 novembre ricorre anche la “Giornata dell’Orfano”, dedicata ai figli dei Carabinieri deceduti, la cui celebrazione quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, è stata differita.

Al termine della funzione religiosa, dopo la lettura della Preghiera del Carabiniere e la rievocazione del fatto d’armi di Culqualber, il Colonnello Gabriele Barecchia, comandante provinciale dei Carabinieri di Siracusa, ha ricordato che l’attività dell’Arma va oltre le operazioni di servizio e gli arresti, ma prosegue nell’assistenza alle Comunità.

L’evento si è concluso con le note dell’Inno alla Virgo Fidelis intonato dal coro della parrocchia del Sacro Cuore di Gesù e dalle Suore Francescane Elisabettine.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *