Articoli in evidenza
Polizia e Carabinieri

Furti con spaccata a Siracusa, fermati 2 giovani accusati di 13 “colpi” VIDEO

I due sono indiziati di 13 furti compiuti ai danni di bar, tabaccherie, negozi depredati dei registratori di cassa e di ogni bene

Svolta nel caso dei furti con spaccata compiuti numerosi  ai danni di negozi di Siracusa. Due giovani di 26 e 21 anni sono stati fermati.

Nelle ultime settimane i commercianti siracusani erano stati presi di mira da due giovani che, utilizzando il  metodo della spaccata, di notte facevano irruzione negli esercizi commerciali e li derubavano dell’incasso contenuto nei registratori di cassa e di ogni bene.

Pochi giorni fa il Prefetto aveva convocato un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per cercare di porre un argine alla banda di ladri.

La Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri di Siracusa, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, erano già sulle tracce dei due giovani e ne seguivano i movimenti fino a quando il cerchio si è stretto attorno a due siracusani, entrambi già conosciuti alle forze di polizia, tanto che il 26enne era anche sottoposto alla misura della sorveglianza speciale, che eludeva proprio per perpetrare i furti.

Ieri il provvedimento di fermo di indiziato di delitto, disposto dal Procuratore Aggiunto Fabio Scavone.

I due sono ritenuti gli autori di ben 13 furti aggravati ai danni di altrettante attività commerciali  del capoluogo.

Nell’ultimo periodo, la coppia aveva derubato bar, tabaccherie, benzinai, panifici, parrucchieri e negozi di alimentari, causando ingenti danni alle strutture oltre ad aver fatto razzia di merci e di denaro.

Il modus operandi era sempre lo stesso: i due lanciavano a velocità un motociclo quasi fosse una testa d’ariete contro le vetrate e le saracinesche degli esercizi commerciali e, dopo averle spaccate, si introducevano all’interno per rubare.

La ricostruzione degli episodi, attraverso sopralluoghi nelle attività commerciali e l’analisi delle immagini riprese dai circuiti di videosorveglianza, ha portato all’emissione del provvedimento di fermo di indiziato di delitto a carico dei due giovani.

Le indagini di Squadra Mobile e Carabinieri proseguono per verificare se i due avevano altri fiancheggiatori e per scongiurare che altri  utilizzino lo stesso metodo per perpetrare altri furti.

“Una bella notizia – afferma i sindaco Italia – che dimostra la capacità delle istituzioni nel contrastare la criminalità, aiutando a riportare un po’ di serenità tra i commercianti. Lo Stato a Siracusa c’è ed è impegnato costantemente nel far rispettare la legge.

Un sincero ringraziamento a tutte le forze dell’ordine e alla magistratura per quanto fanno giornalmente, pur in un momento così complicato, in favore della città e dei siracusani”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *