MENU
Articoli in evidenza
guardia di finanza

Falsi green pass durante la pandemia: 4 misure cautelari

Falsi green pass durante la pandemia: 4 misure cautelari

Un medico e 3 e 3 operatori sanitari per associazione per delinquere

Obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria nei confronti di 4 persone indagatE per associazione per delinquere finalizzata alla redazione di falsi green pass.

L’ordinanza è stata eseguita dalla Guardia di finanza di Messina.

I militari delle Fiamme Gialle hanno scoperto l’esistenza di un sodalizio criminale composto da 1 medico e 3 operatori sanitari che, nel periodo pandemico, avrebbero inserito – avvalendosi degli strumenti di un laboratorio di analisi – la risultanza di falsi tamponi nella piattaforma sanitaria Sirges, così ottenendo, mediante portale telematico, i green pass base.

Significativo il giro d’affari: sarebbero stati almeno 132 i messinesi che avrebbero fatto ricorso al sistema illecito con costi variabili per singolo tampone da un minimo di 10  ad un massimo di 20 euro.

Il provvedimento emesso nella fase delle indagini preliminari è basato su imputazioni provvisorie, che dovranno comunque trovare riscontro in dibattimento e nei successivi gradi di giudizio.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE