Articoli in evidenza
pallanuoto

Euro Cup, l’Ortigia batte il Sabadell e conquista i primi 3 punti

Euro Cup, l’Ortigia batte il Sabadell e conquista i primi 3 punti

Stasera alle 20.00 sfida al Sibenik, sconfitto ieri dal Vasas

Ll’Ortigia, che batte il Sabadell (10-9), conquista i primi tre punti e si porta in testa al girone di Euro Cup con il Vasas.

Già dal primo parziale domina l’equilibrio, con gli spagnoli che ci provano ma vengono fermati dalle parate di Tempesti.

A sbloccare la situazione ci pensa però l’Ortigia, con la rete di Mirarchi. Due minuti dopo il Sabadell ha l’occasione di pareggiare dai 5 metri, ma ancora uno strepitoso Tempesti para su Averka.

Il pareggio spagnolo arriva un minuto dopo in superiorità, proprio con Averka. Il pari però dura poco perché Klikovac finalizza l’uomo in più e chiude il parziale sul 2-1.

Nel secondo tempo il Sabadell parte meglio e con un rigore e un gol in ripartenza si porta avanti di una lunghezza. Gallo rimette in equilibrio il punteggio, poi, dopo il nuovo vantaggio spagnolo, prima Ferrero e poi Napolitano (in superiorità) fissano il risultato sul 5-4.

Il terzo parziale è tutto di marca biancoverde, con gli uomini di Piccardo che crescono, difendendo bene e attaccando altrettanto bene. Dopo il botta e risposta tra Gallo (rigore) e Sanahuja, l’Ortigia allunga con Ciccio Condemi e Ferrero, quindi, dopo il gol di Bertran, va ancora in rete con Rossi, che trasforma con freddezza il rigore del 9-6.

Il quarto parziale è il più difficile. Gli spagnoli si rifanno sotto, l’Ortigia spreca con l’uomo in più. A 1’23 il Sabadell si porta sul 9 a 10. L’ultima azione è proprio per gli spagnoli che, con l’uomo in più, provano a battere Tempesti. Ma l’Airone dell’Ortigia ferma la conclusione ed esulta.

A fine gara parla Stefano Piccardo, coach dell’Ortigia: “Abbiamo giocato bene per tre tempi, poi abbiamo avuto una flessione nel quarto, sbagliando diverse superiorità di fila. Questa è una costante sulla quale bisogna lavorare, per cercare di migliorare la qualità”.

Due parole anche sulla prestazione superlativa di Tempesti: “Quando si arriva in Europa – conclude Piccardo – e si viene a giocare in una piscina storica come questa, per Tempesti è come giocare nel giardino di casa”.

Stasera alle 20.00 sfida al Sibenik, sconfitto ieri dal Vasas.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *