Articoli in evidenza
carabinieri

Dai domiciliari al carcere: aggravamento misura per un 36enne di Francofonte

domiciliari

L’uomo, autorizzato a recarsi a Modena per presenziare ad un’udienza, durante il viaggio di ritorno si è staccato il braccialetto elettronico e si è fermato a Roma per qualche ora

Aggravamento della misura cautelare per un 36enne di Francofonte a seguito di un’ordinanza emessa dal Tribunale di Modena.

L’uomo, che era già agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico poiché gravemente indiziato di rapina, era stato autorizzato a presenziare nella città emiliana a un’udienza per un procedimento a suo carico.

Durante il viaggio di ritorno in Sicilia, in treno, il 36enne prima si è strappato il braccialetto elettronico dalla caviglia disperdendolo, poi si è fermato a Roma per qualche ora senza esserne autorizzato.

Le violazioni sono state comunicate all’Autorità giudiziaria che ha disposto la sostituzione degli arresti domiciliari con la custodia in carcere.

Da qui il trasferimento dell’uomo nella Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE