MENU
Articoli in evidenza
bollettino dasoe

Covid, la provincia di Siracusa seconda in Sicilia per nuovi casi tra l’11 e il 17 aprile

Covid, la provincia di Siracusa seconda in Sicilia per nuovi casi tra l'11 e il 17 aprile

Al momento sono 4 le persone in terapia intensiva, con un’incidenza dello 0,03%, mentre sono 72 le persone ricoverate in area medica con 46 ricoveri negli ultimi 7 giorni

Nella settimana dall’11 al 17 aprile si è registrato ancora un lieve decremento delle nuove infezioni, ma non a Siracusa e Messina.

L’incidenza di nuovi casi positivi è pari a 30.034 (-8.3%), con un valore cumulativo di 621.35/100.000 abitanti.

Il tasso di nuovi positivi più elevato rispetto alla media regionale si è registrato nelle province di Messina (904/100.000 abitanti) e Siracusa (714).

Le fasce d’età maggiormente a rischio risultano quelle tra i 6 e i 10 anni (873/100.000) e tra gli 11 e i 13 anni (840).

Continua il trend in diminuzione anche per le nuove ospedalizzazioni. Nella provincia aretusea nell’ultima settimana si sono registrati 2757 nuovi casi, 1,58% in più rispetto alla settimana precedente in cui i casi Covid sono stati 2714.

Al momento sono 4 le persone in terapia intensiva, con un’incidenza dello 0,03%, mentre sono 72 le persone ricoverate in area medica con 46 ricoveri negli ultimi 7 giorni.

I dati relativi alla campagna vaccinale fanno riferimento alla settimana dal 13 al 19 aprile.

Nella fascia d’età 5-11 anni, i vaccinati con almeno una dose si attestano al 27,82% del target regionale. Risultano aver completato il ciclo primario 75.069 bambini, pari al 23,84%.

La percentuale degli over 12 anni che hanno ricevuto almeno una dose è dell’89,99%, mentre si attesta all’88,70% quella di chi ha completato il ciclo vaccinale primario. Per lo stesso target, il 10,01% del target rimane ancora da vaccinare.

Sono 871.801 i cittadini che possono effettuare la somministrazione booster, ma non l’hanno ancora fatta. Complessivamente i vaccinati con dose aggiuntiva/booster sono 2.699.598 pari al 75,82% degli aventi diritto.

Dal primo marzo sono state effettuate 3.008 somministrazioni di quarta dose agli over 12 con marcata compromissione della risposta immunitaria e che hanno già completato il ciclo vaccinale primario con tre dosi da almeno 120 giorni.

Dal 12 aprile è stata estesa la somministrazione della seconda dose booster (quarta dose) agli over 80, ospiti delle Rsa e ai soggetti tra i 60 e 80 anni affetti da condizioni di particolare fragilità come indicato da ministero della Salute.

Hanno diritto alla quarta dose quanti hanno ricevuto la prima dose booster da oltre 120 giorni senza intercorsa infezione da Covid-19. Dal 12 aprile i vaccinati in quarta dose con riferimento a questo target sono 1.006.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE