Articoli in evidenza
calcio

Coppa Italia, il Città di Siracusa batte il Santa Croce e passa al secondo turno

Coppa Italia, il Città di Siracusa batte il Santa Croce e passa al secondo turno

In evidenza Marco Montagno che ha segnato 2 delle 3 reti azzurre

Il Città di Siracusa supera 3-1 in casa il Santa Croce e conquista la qualificazione al secondo turno della Coppa Italia di Eccellenza.

Sugli scudi Marco Montagno, autore di una doppietta ma tutta la squadra ha disputato una grande partita.
Il risultato si sblocca al 13’ quando il 7 azzurro prende la mira e da fuori aria lascia partire una conclusione che trafigge il portiere Cavone. L’attaccante aretuseo ci prende gusto e, una dozzina di minuti dopo, ci riprova dalla distanza, ma il portiere avversario si oppone in tuffo in angolo. C’è lavoro anche per Ferla, che ribatte la bordata di Arena. Il tempo si chiude con il tiro di La Delfa che Cavone disinnesca non senza difficoltà.

Il Città di Siracusa gioca bene e ad inizio ripresa potrebbe subito raddoppiare. Montagno, servito in profondità, costringe al fallo da rigore il portiere Cavone. Sul dischetto va Melluzzo che, però, si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore. Passa una manciata di minuti e arriva la rete del 2-0, realizzata da Montagno, che appoggia nella porta sguarnita su assist di Melluzzo, su cui il portiere avversario era uscito a vuoto. Il 9 di casa si rende protagonista di una bella giocata anche al 21’ quando, su cross di La Delfa, prova l’acrobazia, senza inquadrare la porta. Poi colpisce clamorosamente il palo, a porta vuota, al 25’ ma sette minuti dopo si fa perdonare e realizza con un gran sinistro la rete del 3-0.

Nel finale il Santa Croce accorcia le distanze con Lorenzo Incatasciato che approfitta di un errato disimpegno avversario e fa centro da distanza ravvicinata. La Coppa Italia per ora va in archivio. Domenica è già campionato per il Città di Siracusa. I calendari saranno resi noti domani mattina

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *