Articoli in evidenza
la sentenza

Caso Scieri: rinvio a giudizio per Panella e Zabara, assolti gli altri

Caso Scieri: rinvio a giudizio per Panella e Zabara, assolti gli altri

Pochi minuti sono bastati al gup del tribunale di Pisa in camera di consiglio per decidere ed emettere la sentenza

Pochi minuti sono bastati al gup del tribunale di Pisa in camera di consiglio per decidere sul caso della morte di Lele Scieri, il parà siracusano trovato morto nella caserma Gamerra di Pisa il 16 agosto del 1999.

Il giudice ha emesso la sentenza che prevede il rinvio a giudizio per i due ex caporali, Alessandro Panella e Luigi Zabara, accusati di omicidio volontario in concorso di Scieri. I due avevano scelto il rito ordinario.

La prima udienza in corte d’assise per Panella e Zabara è stata fissata ad aprile 2022.

Assolti gli altri indagati: l’ex caporale Andrea Antico per non aver commesso il fatto, il generale Enrico Celentano e l’ex comandante maggiore Salvatore Romondia perché il fatto non sussiste. Tutti e tre avevano scelto il rito abbreviato.

Per Antico l’accusa aveva chiesto 18 anni di reclusione perché accusato di omicidio volontario in concorso, mentre per il generale Celentano e per Romondia, accusati di favoreggiamento, il Pm aveva chiesto 4 anni.

Questo il commento a fine lettura del dispositivo da parte dell’avv. Alessandra Furnari che insieme all’avv. Ivan Albo, rappresenta la famiglie di Lele Scieri: “Attendiamo di leggere le motivazioni della sentenza – ci dice – per comprendere i dubbi del giudice e che lo hanno portato a decidere per le 3 assoluzioni. La decisione dei due rinvii a giudizio, comunque, ci da capire che il giudice ha ritenuto fondato l’impianto accusatorio della Procura”.

 

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento