MENU
Articoli in evidenza
petrolchimico

Caso Lukoil, attivato il Comitato di Sicurezza Finanziaria

Caso Lukoil, attivato il Comitato di Sicurezza Finanziaria

Ne dà notizia il senatore del Pd, Antonio Nicita che ne ha sollecitato l’intervento urgente

E’ stato attivato il Comitato di Sicurezza Finanziaria in merito alla vicenda Lukoil.

Ne dà notizia il senatore siracusano del Partito Democratico, Antonio Nicita che, vista l’imminenza della data di embargo al petrolio russo, ha avanzato, subito dopo l’insediamento della Camere, la richiesta di una tempestiva azione da parte del Comitato.

“Il congelamento di ulteriori riunioni del tavolo istituito mesi fa, in sede Mise – afferma – necessita a questo punto un intervento urgente del Comitato.

Si tratta – spiega Nicita – dell’autorità italiana competente sui temi relativi alle sanzioni in vigore disposte dall’UE e alla legislazione europea in relazione alle misure restrittive di carattere finanziario.

E nell’imminenza della data di embargo – aggiunge – solo un intervento del Comitato può eliminare ogni incertezza giuridica circa la compatibilità, con l’attuale impianto sanzionatorio europeo, dell’importazione di petrolio non russo, consentendo alle banche interessate di riprendere l’erogazione delle necessarie linee di credito, al fine di consentire la continuità dell’operatività dell’impianto”.

Dell’attivazione del Comitato di Sicurezza Finanziaria così come dell’avvio delle prime interlocuzioni con le banche, per una soluzione che intanto garantisca la continuità dell’attivitàe che  individui ulteriori misuri strutturali di medio-lungo periodo, Nicita ha già informato il Prefetto di Siracusa, Giusi Scaduto.

 

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE