MENU
Articoli in evidenza
le reazioni

Bufera su Granata dopo lo spintone al contestatore: invocate le dimissioni

Bufera su Granata dopo lo spintone al contestatore: invocate le dimissioni

Duri i commenti di Civico 4 e del M5S sull’accaduto

E’ bufera sull’assessore alla Cultura, Fabio Granata dopo l’episodio dello spintone dato al contestatore questa mattina al momento dell’inaugurazione della lapide restaurata sotto casa di Elio Vittorini, in Ortigia.
“Il dissenso è alla base della democrazia – dichiara Michele Mangiafico di Civico 4 –  va rispettato da ogni amministrazione pubblica e valorizzato da ogni classe dirigente illuminata, che trova nella critica le ragioni per comprendere i propri errori e modificare i propri percorsi.
Dovete dimettervi – intima infine – per rispetto nei confronti della città e nella consapevolezza di come la state rappresentando”.
“Un amministratore pubblico – si legge in una nota del M5S – non può comportarsi così come fatto dall’assessore comunale Fabio Granata, a maggior ragione se tra le sue rubriche ha la Legalità”.
Lo spintone ad un cittadino che lo contestava apertamente – spiega -è un bruttissimo gesto che rischia di accendere ancora di più la dilagante rabbia sociale che delle parole inopportune e dei gesti dei personaggi pubblici si nutre.
Le scuse pubbliche dell’assessore Granata sono umanamente apprezzate ed accolte, ma non tolgono un grammo alla gravità dell’accaduto.
E se pertanto Granata non ritiene di dover dimettersi, autonomamente e per rispetto dei cittadini, sia il sindaco Italia – conclude il M5S – ad assumere provvedimenti consequenziali. Non si corra il rischio di giustificare certi comportamenti. Le scuse aiutano, ma non bastano”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE