MENU
Articoli in evidenza
la richiesta

Avviso pubblico del Cumo per un addetto stampa, Assostampa e Gus: “Si ritiri in autotutela il provvedimento”

Avviso pubblico del Cumo per un addetto stampa, Assostampa e Gus: "Si ritiri in autotutela il provvedimento"

Suggerita una procedura ad evidenza pubblica in applicazione della Legge 150 del 2000

“A tutti i sindaci e alla stessa Diocesi di Noto, soci del consorzio universitario Cumo chiediamo il ritiro in autotutela dell’Avviso pubblico per la ricerca di un Addetto Stampa..”

La richiesta arriva da Prospero Dente, segretario provinciale di Assostampa Siracusa, e Vito Orlando, presidente regionale del Gruppo Uffici Stampa.

“Il Cumo – scrivono in una nota – intende conferire un incarico libero professionale in modo irrituale. Si vuole cercare una figura di Addetto Stampa richiamando un Decreto legislativo del 2001.

Il Consorzio universitario è, invece – spiegano – dotato di personalità giuridica di diritto pubblico avendo tra gli otto soci ben cinque sindaci della provincia e un presidente del Cda nominato dalla Regione Siciliana.

Per tutte le attività di informazione e comunicazione, quindi, – si legge ancora nella nota di Assostampa e Gus – va applicata la legge 150 del 2000, così come recepita dalla Regione Siciliana con l’articolo 127 della Legge regionale 2 del 2002.

Pertanto, per la figura di Addetto stampa, serve una procedura ad evidenza pubblica e non una comparazione di curricula; l’unico requisito, secondo legge, è l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti”.

Assostampa provinciale e Gus regionale hanno dato immediata disponibilità al Cumo per individuare i migliori percorsi necessari a trovare, secondo legge, questa figura professionale.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE