MENU
Articoli in evidenza
carabinieri

Arrestato il boss Matteo Messina Denaro: era latitante da 30 anni VIDEO

Arrestato il boss Matteo Messina Denaro: era latitante da 30 anni

Sarebbe stato arrestato all’interno di una clinica privata di Palermo

Il boss mafioso Matteo Messina Denaro è stato arrestato dai carabinieri del Ros, dopo 30 anni di latitanza. E’ quanto apprende l’Ansa da fonti qualificate.

Il superboss sarebbe stato arrestato all’interno di una clinica privata di Palermo dove si era recato “per sottoporsi a terapie”. Lo dice il comandante del Ros dei carabinieri Pasquale Angelosanto.

L’inchiesta che ha portato alla cattura del capomafia di Castelvetrano, nel Trapanese, è stata coordinata dal procuratore di Palermo Maurizio de Lucia e dal procuratore aggiunto Paolo Guido.

Messina Denaro è stato condannato all’ergastolo per decine di omicidi, tra i quali quello del piccolo Giuseppe Di Matteo, il figlio del pentito, strangolato e sciolto nell’acido dopo quasi due anni di prigionia, per le stragi del ’92, che uccisero i giudici Falcone e Borsellino, e per gli attentati del ’93 a Milano, Firenze e Roma.

“Grandissima soddisfazione per un risultato storico nella lotta alla mafia”: lo ha dichiarato il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi.

“Complimenti alla Procura della Repubblica di Palermo e all’Arma dei Carabinieri che hanno assicurato alla giustizia un pericolosissimo latitante. Una giornata straordinaria per lo Stato e per tutti coloro che da sempre combattono contro le mafie”.

“Oggi è un grande giorno per la Sicilia e per l’Italia intera – commenta il presidente della Regione, Renato Schifani -l’arresto di Matteo Messina Denaro è un colpo durissimo inflitto alla mafia. Tutti devono sapere che in questa Terra non ci possono essere spazi né di illegalità né d’impunità.

Esprimo a nome mio e della giunta – aggiunge il governatore – un sincero ringraziamento alle forze dell’ordine e alla magistratura

È la conferma che lo Stato c’è e che prima o poi tutti i mafiosi vengono assicurati alla giustizia. 

Oggi tutti i siciliani onesti devono festeggiare- conclude – da domani sarà opportuna una riflessione per capire come sia stato possibile che uno dei mafiosi più pericolosi sia rimasto in circolazione per più di trent’anni”. 

“La mafia ha perso ancora. LItalia vince sul malaffare, la criminalità e la violenza – così commenta la notizia del giorno il sindaco di Siracusa, Francesco Italia –  Grazie a tutti coloro che per anni hanno lavorato affinché oggi una rinnovata LUCE di legalità illuminasse un lunedì che passerà alla storia”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE