Articoli in evidenza
pnrr

Allarme zona industriale, Alosi: “E’ in discussione il futuro di 10.000 lavoratori e di un apparato produttivo strategico”

Allarme zona industriale, Alosi: "E' in discussione il futuro di 10.000 lavoratori e di un apparato produttivo strategico"

Appello a istituzioni per evitare la marginalizzazione dell’apparato produttivo

Il futuro incerto della zona industriale di Siracusa al centro di una nota del segretario generale provinciale della Cgil di Siracusa, Roberto Alosi, che lancia un appello a tutte le parti in causa.

“E’ in discussione il futuro di 10.000 lavoratori e di un apparato produttivo strategico – scrive Alosi – che va sostenuto e orientato con forza nel cogliere le sfide  di una riconversione energetica sostenibile sotto il profilo ambientale, sociale, produttivo, occupazionale in grado di disegnare una prospettiva industriale futura rafforzata e compatibile.

Siracusa, per la sua storia e la sua vocazione industriale – aggiunge l’esponente della Cgil –  non può in alcun modo essere condannata ai margini dei processi di sviluppo produttivo ed industriale della Sicilia e dell’intero Paese, se non addirittura esclusa. Sganciare Siracusa e la Sicilia dal resto del Paese e dell’Europa lascerebbe sul terreno solo macerie e macelleria sociale”.

Da qui l’appello indirizzato da Alosi alle massime istituzioni della città e della provincia al fine di convocare subito le forze sociali, Confindustria, i sindaci, le forze politiche e le deputazioni regionali e nazionali “per contrastare con determinazione qualunque progetto antimeridionalista e di emarginazione politica, sociale, economica e culturale dei nostri apparati industriali”.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *