Articoli in evidenza
13 dicembre

A Siracusa è il giorno di Santa Lucia. Festa concentrata sulla preghiera

A Siracusa è il giorno di Santa Lucia. Festa concentrata sulla preghiera

Per il secondo anno, a causa della pandemia, niente processione

Il giorno tanto atteso dai siracusani è arrivato, quel 13 dicembre in cui ci si stringe alla patrona Santa Lucia.

Ma per il secondo anno, a causa della pandemia con la quarta ondata di contagi in corso, non ci sarà la precessione e così come accaduto il 13 dicembre 2020, il giorno della festa dovrà avere una dimensione più intima e sarà concentrata nella preghiera.

Alle 10,30 la solenne concelebrazione in cattedrale presieduta da mons. Benoni Ambarus, vescovo ausiliare di Roma, con delega alla Carità, alla Pastorale dei migranti.

Concelebreranno mons. Francesco Lomanto, Arcivescovo di Siracusa, e gli arcivescovi emeriti mons. Giuseppe Costanzo e mons. Salvatore Pappalardo.

Al posto della processione, alle 16, a palazzo San Zosimo in piazza Duomo, si terrà l’incontro con Mons. Benoni Ambarus,  in collaborazione con la Caritas Diocesana, dal titolo “I poveri li avrete sempre con voi”.

Alle 18 le reliquie di Santa Lucia, scortate dai vigili urbani, arriveranno al Santuario della Borgata, dove la celebrazione eucaristica sarà presieduta da fra’ Daniele Cugnata, parroco della Basilica di di Santa Lucia al Sepolcro.

Al di là dei momenti ufficiali, i fedeli possono recarsi in cattedrale per tutto l’Ottavario, fino a giorno 20, per rendere omaggio alla Santa Patrona, naturalmente nel rispetto delle norme anticovid.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento