Articoli in evidenza
calcio, eccellenza girone B

A porte chiuse la partita tra Asd Città di Siracusa e Carlentini per “documentazione incompleta”

A porte chiuse la partita tra Asd Città di Siracusa e Carlentini per "documentazione incompleta"

Questa mattina, intanto, la presentazione alla città di dirigenti, tecnici e giocatori

Si disputerà a porte chiuse la partita di calcio tra il Siracusa e il Carlentini. La questura di Siracusa non ha potuto rilasciare alla Asd Città di Siracusa la licenza per la riapertura al pubblico dello stadio “Nicola De Simone” perché la documentazione era incompleta.

Fa mea culpa il presidente Salvo Montagno. “Le responsabilità non sono assolutamente della Questura – dice – ma della società.

Purtroppo ci siamo affidati a dei tecnici che hanno commesso un errore e non abbiamo potuto ottenere nulla osta. Mi dispiace per l’accaduto e chiedo scusa ai tifosi che avrebbero voluto seguire domani la partita.

La commissione di vigilanza sui pubblici spettacoli aveva dato parere favorevole dopo il sopralluogo di ieri. Lavoreremo per riaprire lo stadio per la prossima partita casalinga con il Santa Croce”.

Questa mattina, intanto, la presentazione alla città di dirigenti, tecnici e giocatori.

Ospite d’onore l’ex attaccante del Siracusa Marco Limetti, in azzurro nelle stagioni 1993-94 e 1994-95 e autore della rete decisiva nella gara playout contro il Nola che regalò la salvezza al Siracusa in terza serie.

La società azzurra ha ufficializzato l’arrivo di due nuovi giocatori: i centrocampisti Damiano Magro e Walter Failla, entrambi convocati per la gara di domani.

Martedì arriverà in città anche l’attaccante brasiliano Alessandro Padovani Celin, 32 anni, ex Juve Stabia, Arzachena, Giulianova e Troina. Per lui anche tante esperienze in altri campionati come quello coreano e del South Cina.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *