MENU
Articoli in evidenza
consiglio dei ministri

Prima giornata da presidente del Consiglio di Giorgia Meloni: appello all’unità e alla lealtà

Prima giornata da presidente del Consiglio di Giorgia Meloni: appello all'unità e alla lealtà

Domani il voto di fiducia a Montecitorio, mercoledì al Senato

Appello all’unità e alla lealtà. La prima giornata da presidente del Consiglio di Giorgia Meloni si apre con un richiamo alla ‘sua’ squadra. Sono passate le 12,30 di domenica mattina quando il nuovo governo si riunisce per la prima volta nella sala del Consiglio dei ministri, a Palazzo Chigi.

Reduce da un colloquio di circa un’ora con Mario Draghi e dalla cerimonia di passaggio della campanella, Meloni procede alla proposta di nomina, approvata dal Consiglio, di Alfredo Mantovano a Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.

Poi l’attribuzione delle funzioni di vicepresidenti del Consiglio a Matteo Salvini e Antonio Tajani, oltre a quella delle deleghe ai ministri senza portafoglio.

Meloni annuncia infine che Roberto Cingolani collaborerà con il governo, a titolo gratuito.

“Ha fatto bene da ministro – spiega – e in questa fase può essere un punto di riferimento sul tema dell’energia”.

Domani il voto di fiducia a Montecitorio, mercoledì al Senato.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE