MENU
Articoli in evidenza
nella notte

Cdm, approvata la manovra economica da 35 miliardi

Cdm, approvata la manovra economica da 35 miliardi

Prevede, tra l’altro, il taglio del reddito di cittadinanza e del cuneo fiscale

Il ddl bilancio, approvato dal Cdm mette sul piatto risorse lievitate a quasi 35 miliardi, dedica come promesso i due terzi degli stanziamenti all’emergenza energia, e imprime alle altre misure un segnale alle fasce deboli e alla famiglia.

Prevede la cancellazione delle cartelle fino al 2015 inferiori a 1000 euro.

Per gli autonomi confermato il regime fiscale forfettario al 15%, con soglia di reddito aumentata da 65mila a 85mila euro.

Stanziati per il Trasporto pubblico locale 450mln di euro fino al 2024.

Il reddito di cittadinanza verrà abolito dal 2024 e sostituito da una nuova riforma.

Stop alla legge Fornero e avvio di un nuovo schema di anticipo pensionistico per il 2023: 41 anni di contributi e 62 anni di età (quota 103).

Iva ridotta per i prodotti per l’infanzia e gli assorbenti, non per i prodotti di prima necessità per l’acquisto dei quali arriva però l’estensione della social card per i redditi bassi.

Per le pensioni arriva l’innalzamento delle minime il bonus per chi vuole restare al lavoro e Opzione donna rivisitata in base al numero dei figli.

E poi taglio del cuneo fiscale fino a tre punti per i redditi più bassi.

Per favorire l’assunzione dei giovani, chiesta da Forza Italia, arrivano gli incentivi per le aziende che assumono donne under36 e percettori del Reddito di cittadinanza.

Per arginare il caro-energia il cdm ha deciso per il potenziamento del bonus sociale ai crediti di imposta rafforzati per le imprese. Sui carburanti lo sconto viene ridimensionato, almeno per dicembre, visto il trend di discesa dei prezzi: da 30,5 a 18,3 cent.

© E' VIETATA LA RIPRODUZIONE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

VERSIONE STAMPABILE